Regime dei contribuenti minimi – Come gestire fatture e Iva

ContiPronti.it – Il servizio contabile più comodo e economico

Chiedi info

Come si deve gestire il pagamento dell’Iva e come devono essere emesse le fatture nel caso in cui si voglia usufruire del regime dei contribuenti minimi?
Se ci si avvale del regime dei minimi, le fatture vanno emesse senza l’addebito Iva; l’Iva pagata sugli acquisti non è detraibile, e diventa un costo deducibile dal reddito, mentre l’Iva sugli acquisti intra-comunitari va calcolata e versata entro il 16 del mese successivo.
Nella fattura va riportata la dicitura “operazione effettuata ai sensi dell’art.1 comma 100 della legge finanziaria per il 2008”e sulle fatture che hanno un importo superiore a 77,47 € va applicato un bollo del valore di 1,81 €.
Anche si ci si sta avvalendo dei regime dei contribuenti minimi, è bene ricordare che rimangono obbligatorie le seguenti azioni:

– La numerazione e la conservazione delle fatture d’acquisto e delle bollette doganali.
– La certificazione dei corrispettivi.
– La conservazione dei documenti emessi e ricevuti.
– L’integrazione delle fatture di acquisto intra-comunitario o in regime di reverse charge.

Se si hanno ancora dubbi sulla gestione delle fatture e dell’Iva in presenza di regime dei contribuenti minimi, è possibile visitare la seguente pagina del nostro sito:

http://www.contipronti.it/regime-dei-contribuenti-minimi.html

oppure, a partire da questa pagina del sito dell’Agenzia delle Entrate e andando nella sezione “Richiedere – Regimi speciali”, è possibile trovare e scaricare tutti i documenti relativi al regime dei minimi.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni sul regime dei contribuenti minimi o per qualsiasi dubbio o domanda in proposito, contattaci compilando il form che trovi qui sotto.

[customcontact form=1]